Il caccia Fairey Fulmar


Un Fairey Fulmar identico a quello inabissatosi nelle acque di Siracusa, in una foto d'epoca.

Adagiato su un fondale sabbioso, tipico della zona siracusana, ad appena 18 metri di profondità, giace il relitto di questo aereo abbattuto l'otto ottobre 1943 nei pressi di Punta Asparano (SR).
La carcassa riporta il numero di matricola N4004, identificandolo univocamente come un Fairey Fulmar di fabbricazione inglese.

Il modello Fulmar della Fairey fu un caccia che ebbe un moderato successo e rimase in forza all'Aeronautica inglese dal 1940 al '43, sebbene lamentasse poca velocità e scarsa manegevolezza, almeno se paragonato ai suoi principali rivali. Il suo punto di forza era costituito da una buona velocità a bassa quota, che poteva risultare determinante contro i caccia lanciasiluri dell'epoca.

Questo aereo appartenne verosimilmente allo Squadrone 809, imbarcato sulla portaerei HMS Victorious, di stanza nel Mediterraneo all'epoca della Seconda Guerra Mondiale, proprio negli stessi anni in cui aveva ormai perduto il ruolo di principale caccia a favore del Sea Hurricane o del Grumman Martlet, di fabbricazione americana.
I Fulmar ottennero alcune vittorie nel Mediterraneo, ed un uguale numero di perdite: una di queste giace oggi su un basso fondale di Siracusa.